domenica 9 giugno 2013



L’ecovillaggio Monte Venere organizza
per bambini e ragazzi
TANTO DIVERTIMENTO, GIOCHI ALL’ARIA APERTA,
GITE NEL BOSCO ALLA SCOPERTA DELLA NATURA !!
Per i più piccoli
Impariamo a conoscere la natura divertendoci. Sono previsti giochi di gruppo e laboratori creativi dove verranno impiegati materiali del bosco e tanta creatività.
Per i ragazzi
Affiancamento nei lavori di costruzione e manutenzione dell’ecovillaggio a scelta, cura dell’orto e dei fiori, cucina con erbe aromatiche, abbellimento dell’ecovillaggio con laboratori creativi e corso di mosaico. Momenti di svago e di relax, passeggiate nel bosco, serate davanti al fuoco. Per le ragazze è possibile anche partecipare a un corso di cucito creativo dove riciclando vecchie stoffe creiamo nuovi vestiti e nuove borse!!
I campi si svolgeranno per tutto il mese di Luglio.
Si accettano bambini a partire dai 6 anni.
I costi sono di 70euro alla settimana se si decide di pernottare in tenda a Monte Venere. 50euro alla settimana, invece, per una partecipazione diurna dalle 10:00 alle 17:00
È gradita una prenotazione al numero 340 8586820

martedì 23 aprile 2013

Open weekend @ Eco Villaggio Monte Venere 03.05.2013 – 05.05.2013

Open weekend @ Eco Villaggio Monte Venere
03.05.2013 – 05.05.2013


Spring is Back
As the day`s getting longer and warmer, on every corner you see blooming trees and flowers , we decided to recieve guests for one weekend.

During the day everybody is welcome.

But we can only take 8 persons staying over night, this because there isn`t more space.

Take with one: something for a nice buffet, work gloves, good shoes, and last but not least a good mood

For the ones staying over night

Take with one: Tent, Sleeping bag, something for breakfast

If you want to stay over night and know if there is still place.* Contact us untill 01.05.2013
*First come, first served.

Mobile Phone : 345 06 27 613


How to get There

From the train staition maccagno you will have to walk 30 min. If you reach the ancient city of maccagno watch out for via oliari, then folow the signs leading to monte Venere.

We are looking forward to a great weekend

domenica 24 febbraio 2013

corso legna a mano 2013

Chi possiede oggi ancora le antiche conoscenze dei nostri antenati sul taglio della legna nei boschi? Molti dei nostri nonni tagliavano gli alberi a mano con attrezzi che hanno piu di mille anni di tradizione. I nostri bambini invece non avranno piu dei nonni che potranno tramandare tale sapere, che in sole due generazione é scomparso. Tale artigianato in via di estinzione si differenzia qualitativamente dalla tecnica moderna della selvicoltura perche comporta una particolare cura durante il lavoro e prevede tecniche e strumenti molteplici: vi sono, ad esempio, la sega a mano per due persone, il cuneo, vari tipi di mazze e asce. Risulta cosi importante anche la manutenzione degli attrezzi. Il corso, gestito da un appassionato boscaiolo, non é nato solo per questioni nostalgiche e sentimentali, ma anche per ragioni pratiche.I metodi tradizionali, infatti, possono essere utili a tutti coloro i quali lavorano di solito con mezzi moderni, perche questo diverso approccio permette di trattare il legno e la pianta con una migliore sensibilita.
 
 





venerdì 18 gennaio 2013

la decrescita

La decrescitaLa decrescita è elogio dell’ozio, della lentezza e della durata; rispetto del passato; consapevolezza che non c’è progresso senza conservazione; indifferenza alle mode e all’effimero; attingere al sapere della tradizione; non identificare il nuovo col meglio, il vecchio col sorpassato, il progresso con una sequenza di cesure, la conservazione con la chiusura mentale; non chiamare consumatori gli acquirenti, perché lo scopo dell’acquistare non è il consumo ma l’uso; distinguere la qualità dalla quantità; desiderare la gioia e non il divertimento; valorizzare la dimensione spirituale e affettiva; collaborare invece di competere; sostituire il fare finalizzato a fare sempre di più con un fare bene finalizzato alla contemplazione. La decrescita è la possibilità di realizzare un nuovo Rinascimento, che liberi le persone dal ruolo di strumenti della crescita economica e ri-collochi l’economia nel suo ruolo di gestione della casa comune a tutte le specie viventi in modo che tutti i suoi inquilini possano viverci al meglio.
Maurizio Pallante www.decrescitafelice.it